Rivisitare gli spazi cosa significa? Significa conferire un particolare valore, rivalutare e trasformare il senso di un determinato ambiente, di un’abito o di un determinato oggetto. In una sola parola: AGGIUNGERE. Ai giorni d’oggi si crede sia tutto scontato, ma in realtà è proprio il poter migliorare, modificare, creare contesti e situazioni dinamiche a dare pregio al lavoro di architetti e designer.

Immagine correlata

L’architetto, o qualsiasi altra figura creativa, deve essere come un filtro, un medium di bellezza, che deve inglobare nella sua figura non solo il momento dell’idea geniale, ma anche tutto quel che riguarda il processo compositivo, burocratico, legislativo e sociale in maniera sinergica. Essendo tutto in continua evoluzione, vi è la necessità di stare al passo con i tempi e i bisogni della comunità attraverso la reinterpretazione e la rivalutazione di materie e forme. Anche uno stilista rivisita forme e spazi, creandone di nuove ma partendo da degli stereotipi dati. Sabrina Persechino, quando idea le sue collezioni lo fa partendo da dei modelli architettonici dati, da dei moduli fissi, e li riporta poi nei suoi abiti giocando con i colori e con i tessuti per creare sempre nuovi trend. Un’altro esempio plausibile e concreto di rivisitazione degli spazi, nell’ambito dell’architettura vero e proprio,  lo si ha nella ristrutturazione e nel restyling del The Church Village, curato anche da Sabrina Persechino,  hotel immerso in un meraviglioso parco privato, pensato per una clientela internazionale, giovane e dinamica.

Risultati immagini per the church village roma

L’albergo è stato pensato come un’area social tutta da vivere dove i giovani “millennials” possono condividere i loro momenti tramite una foto od un like. Il The Church Village vuole aprire le sue porte non solo ai giovani studenti internazionali, ma anche ai giovani romani, offrendo loro un magico e suggestivo luogo di riparo dal caos della città, in cui trovare attività formative, ricreative, artistiche, un centro multiculturale e di scambio etnico, così come del buon cibo.

 

Annunci